Che décolleté esuberante! (così accorrete in migliaia a leggere questo post)

L’altro giorno a scuola, durante una mia lezione, in prima media, una bambina si è addormentata. Poi mi ha detto: non stavo dormendo. Stavo pensando. Era tutta rintronata, con due enormi strisce del braccio sulla guancia. Poverina, in effetti tra un po’ mi stavo addormentando anch’io.

Oggi in dipartimento nella città acquatica, ho incontrato una professoressa, con la quale giovedì ho una presentazione orale (cioè le mostro i denti). Mentre mi parlava e io cercavo di fare uno sguardo intelligente, ma in realtà me ne veniva uno da pesce lesso, mi si è staccato il reggiseno, sdeng! Ma non è stata la procacità del contenuto a far slacciare il contenitore.  Nel qual caso sarei stata orgogliosa di cotanta esuberanza.Ma no. E’ stata la conferma ulteriore dell’esistenza di uno Statuto di Non Credibilità, statuto che sancisce il regolamento di un circolo molto privato al  quale, apparentemente, sono tesserata fin dalla nascita.

Insomma, anche quando mi ci impegno a fare la persona seria, ecco che Pip fa la sua comparsa con i suoi scherzetti.

Sarà che a volte mi sembra di portarmi appresso tutta la tristezza del mondo.

Advertisements

12 thoughts on “Che décolleté esuberante! (così accorrete in migliaia a leggere questo post)

  1. Sarà che a volte mi sembra di portarmi appresso tutta la tristezza del mondo.

    Magari è davvero così. Fa bene alla salute, però, sostituire ogni tanto la tristezza con l’ansia (magari non tutta l’ansia del mondo). Quando hai detto che arriva HJ alla tua università? Hai già pensato come fare bella figura?

  2. Giusto! quella sana ansia positiva, quella che ti fa stare un po’ sulle spine, ma poi… trionfo di adrenalina e successo! sì mi ci vorrebbe un po’ di quella, in farmacia me la danno o ci vuole la ricetta del medico?
    HJ se non gli viene la diarrea viene ad aprile, ancora non si sanno bene le date, se ti interessa ti faccio sapere, è aperto a tutti:-)
    (comunque posso segretamente dirti che ieri sono stata ufficiosamente nominata sua personale writer-sitter, per i giorni che si fermerà nella città allungabile).

  3. se ti interessa ti faccio sapere, è aperto a tutti:-)

    Sì che m’interessa, non capita mica tutti i giorni di incontrare Howard Jacobson, per tacere di una sua esegeta. Ammesso che la città allungabile sia da me raggiungibile, dico.

    Puoi lasciar detto anche qui sopra, tanto non vedo quel gran traffico di commenti.

  4. Ma qui dentro c’è ben più di una caviglia, ci sono io praticamente nuda! (altro picco improvviso di lettori).

    Mi spiace, cari lettori improvvisi, qui si sta parlando di metafore. tornate pure a casa vostra (ma segnatevi l’indirizzo).

  5. Non ho ancora letto quasi niente, ho dovuto estorcerti il nome dello scrittore su cui ti Ph.Derai quasi fosse cosa vituperevole, ho rimediato una specie d’invito a conoscerlo ma nemmeno la città dove ciò dovrebbe avvenire… sei abbottonata come un personaggio di Jane Austen. E però io sono l’ultimo arrivato quindi mi adeguo. Meh.

  6. ma vedi che già mi conosci benissimo!, che io sia uscita direttamente da un romanzo di JA l’ho scritto una volta qui: https://bagnarole.wordpress.com/2010/11/24/questa-e-una-recensione-molto-molto-accademica-di-persuasion-jane-austen/
    e poi la città elastica l’ho scritto tante volte qual’ è. E’ Venezia. Ora puoi organizzarti per venire a incontrare HJ.
    E infine, credo tu sia piuttosto il primo arrivato, visto il gran traffico dei commenti da quanto mi sono trasferita qui (ma anche prima, ammettiamolo).

  7. Ah… oh.

    Che peccato che la nonna abbia dovuto abbandonare il pianoforte! Comincio a farmi un’idea, sicuramente sbagliata. Ci sono universi narrativi assai peggiori da cui uscire, comunque: penso ai tanti che avrebbero voluto uscire da Kerouac, ma al massimo hanno imboccato l’uscita di servizio di Ionesco.

    Io da ragazzino leggevo Emma e Mansfield Park, mia mamma era certo che fossi gay.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...