buon natale buon natale perchè sia quello vero e ti porti il sorriso e la gioia di un dono

il Natale è una festa che ormai si è molto perso il suo valore. Il Natale forse possiamo scriverlo con la lettera minuscola ormai. Il natale c’è chi parte e c’è chi resta. Il natale fa rima con fatale, fa rima con letale. Il natale è la festa dei bambini, così gli adulti hanno una scusa per non guardarsi, non conversare, non interagire. A natale i bambini portano la gioia. Gli adulti nel frattempo, si stancano, si stressano, gli viene la depressione natalizia, l’indigestione, e il crollo di stanchezza. A Natale c’è il pranzo di natale.

A casa mia il pranzo di natale comincia alle ore 16 del pomeriggio. A casa mia, quando si arriva a casa della zia all’una per il pranzo natalizio, suoni al citofono e a casa non c’è nessuno. La casa è vuota.  A casa mia rimani sotto casa di zia davanti al cancello chiuso sotto la pioggia con appresso il trolley dei regali per circa un’ora.
Oh, dove saranno tutti e sette i miei parenti?Ora vi spiego. L’anno scorso era successo che gli zii erano andati alla messa di mezzogiorno a s maria maggiore. Non lo sapevano che durava due ore e poi c’era da recuperare la macchina parcheggiata a due chilometri e poi il traffico etc.

Quest’anno c’è stato invece che la prozia di novant’anni che attende tutto l’anno per mettersi un maglioncino nuovo e venire al pranzo di natale per rivedere i parenti lontani, abbia deciso, la mattina di natale, di togliersi un bel callo che si trovava sul mignolo del suo piedino di fata. Che fa la vecchina previdente? Prende una bella forbicetta e…zac!, via il callo! Semplice no? Peccato che gli zii, andando a prendere la vecchina sbadata, l’hanno ritrovata in un mare di sangue, sangue dappertutto, in corridoio, nella vasca da bagno, in cucina, ovatta insanguinata sparsa ovunque, etc. Ebbene, dopo il primo shock iniziale da tragedia imminente, si è invece dovuto provvedere a cicatrizzare la ferita sanguinolenta, e trasportare la zietta sana e salva, magari in pantofole, all’agognato pranzo natalizio, a cui siamo poi approdati tutti, affamati, ma felici. Tanto felici.

(post scriptum: il trolley di regali? una valigia intera intendi? ebbene sì, ogni anno per uno strano crescendo di cui non mi sono ancora spiegata il funzionamento arcano, i regali natalizi, da iniziali pensierini, stanno prendendo proporzioni mostruose, sempre più grandi e costosi, sempre più pesanti e ingombranti, sempre più preziosi e originali (perchè sai, dopo anni, ma cosa puoi regalare che tu non abbia già regalato?), tra un po’ questi regali diventeranno tanto grandi e tanto tanti che ci si ingoiano a tutti e sette i parenti miei… e non è che abitiamo next door…no, per ritrovarci sono ore e ore di treno o di macchina, con pacchi e pacchetti appresso che tra un po’, davvero, prenderanno il sopravvento, si mangeranno la mia famiglia e banchetteranno al posto nostro, anzi no, tra un po’ saranno loro (vari ben ten, e barbi e gormiti vari) a impacchettare noi e darci via come originali pacchetti regalo per babybarbi e baby hello kitty)
Buon Atale!

Annunci

2 thoughts on “buon natale buon natale perchè sia quello vero e ti porti il sorriso e la gioia di un dono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...