Sono arrivata alla stazione di Padova verso le sette di sera. C’è un piazzetta lì davanti, come la maggior parte delle stazioni italiane, qualche albero, la stazione degli autobus, i sampietrini a terra, i tassì. Alle sette di sera del 27 settembre la luce è bagnata. Tutto è lucido, come se il cielo si specchiasse sul marciapiede, come se avesse piovuto, ma senza la pioggia. Ancora non fa buio, ma il sole è tramontato e le case e gli alberi e l’aria stessa hanno quel colore rosa aranciato tipico delle città al tramonto. La gente passa con lo sguardo del ritorno negli occhi. Camminano veloci, silenziosi. Un clacson, una bicicletta, i vetri della stazione ci osservano dall’interno. Fa freddo, stasera. È piovuto l’autunno.
 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...